Hummus di lenticchie rosse con carote e cipolle arrostite da Cannelle et Vanille

Questa settimana Cook_my_Books ci porta a conoscere la cucina salutare e senza glutine di Aran Goyoaga e il suo Cannelle et Vanille un libro ricco di ricette e foto meravigliose. E’ strutturato dividendo le ricette nelle varie fasi della giornata. Cannelle et Vanille è caratterizzato da ricette semplici, adatte a tutta la famiglia, naturali e senza glutine. Io ho scelto questo hummus di lenticchie rosse con carote e cipolle arrostite perché adoro tutti questi ingredienti e sono rimasta letteralmente rapita dalla meraviglia delle foto, tanto che ho cercato di emularne l’effetto, sperando di esservi riuscita almeno in parte.

Cannelle et Vanille, come molti libri dell’autrice, è caratterizzato da foto che la rappresentano, per la loro freschezza, semplicità e con un gentile incoraggiamento a trascorrere del tempo in cucina nutrendo se stessi e coloro che si ama.

Ingredienti per 4 persone

Hummus di lenticchie rosse:
  • 185 g di lenticchie rosse
  • 350 ml + 2 cucchiai di acqua fredda
  • 2 spicchi d’aglio, sbucciati
  • 120 g di tahini
  • 7 g di sale marino fine
  • 2 g di pepe nero appena macinato
  • 2 g di cumino macinato
  • 75 g di succo di limoni appena spremuto
  • 55 g di olio extravergine di oliva
Carote e cipolle arrosto:
  • 450 g di carote piccole (se si usano carote più grandi, sbucciatele, tagliatele a metà e a pezzi da 5 cm circa)
  • ½ cipolla rossa media, tagliata a spicchi
  • 55 g di olio extravergine di oliva
  • 5 g di cumino macinato
  • 5 g di sommacco (opzionale)
  • 5 g di sale kosher
  • 2 g di pepe nero appena macinato
  • 70 g di pinoli

Preriscaldate il forno a 220° C.

Per preparare l’hummus, sciacquate le lenticchie in un colino a maglia fine sotto l’acqua fredda corrente finché non sarà limpida. Durante il risciacquo, scuotete il colino per eliminare eventuali corpi estranei. Trasferite le lenticchie in una piccola casseruola con i 350 ml di acqua, coprite e portate ad ebollizione a fuoco medio-alto. Abbassate la fiamma e fate cuocere per 20/25 minuti, o finché le lenticchie rosse sono tenere e l’acqua è stata assorbita.

Mettete le lenticchie in un robot da cucina con l’aglio e frullate fino a ottenere una crema e un composto omogeneo. Se necessario, togliete il composto dai bordi del frullatore con una spatola e aggiungete il tahini, il sale, il pepe e il cumino. Frullate nuovamente per ben amalgamare tutti gli ingredienti. È importante frullare il composto per almeno 3 minuti perché, in questo modo l’hummus incorpora aria e lo rende molto cremoso Con la macchina in funzione, aggiungete lentamente il succo di limone, l’olio d’oliva e i 2 cucchiai rimanenti di acqua. Assaggiate e aggiustate eventualmente di sale e pepe. Frullate ancora un paio di volte, quindi trasferite in una ciotola pulita. L’hummus deve risultare cremoso e vellutato. L’hummus di lenticchie rosse può essere conservato in frigorifero, per circa 3 giorni.

Condite le carote e la cipolla con l’olio d’oliva, il cumino, il sommacco (se usato), il sale e il pepe e distribuite le verdure su una teglia. Cuocete in forno per 20–25 minuti, finché non saranno caramellate e tenere. A volte, quando le carote sono troppo grosse, impiegano un po’ di tempo per cuocersi e possono bruciare facilmente all’esterno pur essendo ancora crude all’interno. Per evitare ciò, quando le parti esterne saranno caramellate, spegnete il forno e lasciate la teglia all’interno per altri 15 minuti. Le carote continueranno a cuocere a una temperatura più bassa e avranno la possibilità di ammorbidirsi senza bruciare.

Fate tostare i pinoli in una padella a fuoco medio, mescolando spesso, finché non iniziano a scurirsi uniformemente.

Per servire, distribuite 2 cucchiai colmi di hummus su ogni piatto e guarnite con carote, cipolle e pinoli. Distribuite a filo poco olio d’oliva rimasto nella teglia di cottura delle verdure.

Adoro le carote e le cipolle arrostite al forno, faccio molti tipi di verdure in questo modo e mi piace quando trovo verdure con ancora le loro foglie, o è la stagione giusta per raccoglierle direttamente nell’orto. Ho imparato proprio da questo libro, quando l’ho sfogliato per la prima volta, l’hanno scorso, ad apprezzare la totalità delle  verdure e non solo perchè sono marvigliosamente scenografiche 😉

Non ci sono ancora commenti.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.