PANE DI MIGLIO

Ecco un nuovo esperimento di pane senza glutine… questa volta con farina di miglio.

Non avendone a sufficienza, ne ho aggiunta un poco di riso integrale…. a differenza del pane col grano saraceno viene più asciutto e farinoso…e ha questo caratteristico gusto che ha il miglio, ma è buono, sano…e poi il miglio serve a mantenere lucido il nostro cervello, quindi andiamo di miglio a go-go 🙂

Con le quantità che vi descrivo a me ne è venuto uno stampo da plumcake da circa 15×30 cm e uno piccolo tondo da circa 15 cm di diametro.

Ingredienti:

  • 400 g di farina fi miglio biologica
  • 150 g di farina di riso integrale
  • un cucchiaio di sale
  • 40/50 g di mix di semi triturati a farina (lino, zucca, sesamo bianco, girasole)
  • 400/500 g di acqua tiepida
  • 1 bustina di lievito secco (ne ho trovato uno di marca tedesca favoloso…possibile che anche sul lievito ci facciano le scarpe???)

In una ciotola mescolate bene tutti gli ingredienti asciutti.

IMG_0097

poi aggiungete il lievito secco e distribuitelo

IMG_0098

ora aggiungiamo l’acqua tiepida poco per volta

IMG_0099

fino ad ottenere una pastella molto densa

IMG_0100

si vede bene il trito di semi 🙂

Ora distribuite il composto negli stampi che avrete rivestito con della carta da forno.

IMG_0101

Avendo sempre pochissimo tempo, fra poco debbo prendere un treno per tornare a casa, ho fatto scaldare il forno al minimo max 40°, e ho inserito il pane a lievitare… se fate così state molto attenti ai tempi di lievitazione…si riducono drasticamente!

Una volta lievitati i pani, decorate con dei semini in superficie e infornate a 180° per circa 1 ora.  A metà cottura, togliete i pani dagli stampi e proseguire la cottura finchè i pani non sono belli dorati.

IMG_0102

IMG_0107

Purtroppo avendo ‘pompato’ un po’ la lievitazione col calore del forno e avendolo tolto dal calduccio del forno per distribuire i semini, un po’ ha ceduto, ma non ha perso la lievitazione…al prossimo esperimento proverò un altro mix di farine e una lievitazione più lenta…. sempre se quell’affamato del mio Amoruccio a cui non sembra vero mangiare ancora pane, dopo anni di astinenza per intolleranza al glutine, non mi faccia fretta come al solito 🙂

IMG_0112

4 Comments
  • laura catani
    aprile 2, 2017

    il nome del lievito dalla germania puoi dire come si chiama?

    • Elena
      aprile 3, 2017

      Il nome non lo ricordo. E’ quello di birra secco che si trova alla Lidl.

      • vania rosati
        luglio 30, 2017

        Bellissima ricette grazie! Ma se non si puo’ aggiungere neanche il lievito? Che ne dici di yogurt di soia con bicarbonato?…

        • Elena
          luglio 30, 2017

          Puoi usare benissimo un baking soda come fanno nei paesi anglofoni… e loro fanno dei pani meravigliosi anche senza lievito di birra 🙂

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *