CRÊPE ALLA BIRRA… CON VERDURE E CON TACCHINO

Quando troverete nel web questo hashtag #Citnb, vi chiederete: cos’è? Vi richiamerà un’elegante copertina nera di un altrettanto elegante libro di cucina… ma non è uno dei tanti, è un libro dedicato alle crêpe creato dalle fantastiche blogger che fanno parte di una community fuori dal comune…l’ Mtchallenge . Le ricette sono provate e garantite, le spiegazioni sono semplici, ci sono anche tutti i trucchi e i segreti per far si che otteniate delle creazioni perfette. banner_summer-300x171

Molto probabilmente questa sarà una delle tante ricette che rifarò, ma dovendo preparare una cena semplice, ma sfiziosa e avendo della birra da utilizzare velocemente, ho scelto per prima questa ricetta.

Chissà quante volte avrete fatto le crêpe: una volta vengono troppo secche…un’altra volta si attaccano alla padella… diciamo che non sono così semplici come vorrebbero sembrare. A me piacciono molto, perché sono versatili, perché le puoi preparare prima, perché le puoi fare leggere o più corpose, perché possono essere dolci o salate, perché puoi sbizzarirti con le farine con o senza glutine… insomma, chi non le ama?

Ecco questa ricetta particolare, dove a secondo della birra che si usa, prendono un aroma particolare. Io ne ho usata una chiara, normalissima, ma il sapore persiste e non so come dire, ma è un vero piacere, da quel tocco in più che non è assolutamente male.

 Ingredienti per circa 10 crêpe da 22 cm di diametro:

  • 250 g di farina debole 0 o 00 (io ho usato una tipo1 e sono venute perfette)
  • 2 uova grandi o 3 medie
  • 250 ml latte (potete usare anche quello vegetale)
  • 125 ml di birra chiara
  • 1 cucchiaino di sale (io aromatizzato al rosmarino)

Per la farcitura di vegetariana:

  • 100 g di fagioli neri cotti
  • 200 g di polpa di pomodoro
  • 1/2 peperone rosso
  • 1 melanzana piccola
  • 1 cipolla
  • un mazzetto di coste
  • 150 g di tofu naturale
  • sale
  • peperoncino e zenzero in polvere
  • erba cipollina fresca
  • olio extra vergine d’oliva.

Per la farcitura con tacchino:

  • 1/2 kg di spinaci freschi (io li ho colti nel mio orto a 2000 m.s.l.m.)
  • 150 g di petto di tacchino tagliato a striscioline
  • 30 g di farina
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • sale
  • olio extravergine d’oliva

Prepariamo le crêpe.

Sgusciare le uova in una ciotola e sbatterle leggermente…. fate attenzione a non sporcare il libro 🙂

crepes1

Setacciare la farina e incorporarla con un cucchiaio o una spatolina, finché non otterrete un composto molto denso… se troppo duro, aggiungete un poco di latte finché non otterrete una pastella densa, ma senza grumi.

crepes3Aggiungere poi tutto il resto del latte poco alla volta, mescolando con una frusta.

crepes2

Aggiungete anche la birra e il sale.

crepes4

Qui poi viene il dilemma: riposo si o riposo no? beh, io ho optato per una via di mezzo. Ho fatto riposare l’impasto protetto da una pellicola, a temperatura ambiente (la mia non supera i 20°) per un paio d’ore.

Scaldare la padella a fuoco moderato e quando è bella calda ungerla con poco olio o burro… indovinate cosa ho usato io? 😉 proprio un goccino per volta di olio, non di più, soprattutto se usate una padella antiaderente di buona qualità.

La prima crêpe è sempre di taratura per la quantità dell’impasto da utilizzare…non deve risultare né troppo sottile né troppo spessa… io ho usato un mestolo da minestra delle dimensioni classiche e ne è servito poco più della metà per ogni crêpe.

Man mano che cuociono potete impilarle su un piatto, tranquilli che non si attaccano.

Nel frattempo si possono cominciare a preparare i ripieni.

Per quello vegetariano: in un piccolo pentolino portare a bollore acqua con un mezzo bicchiere d’aceto e farci sbollentare i tofu tagliato a tocchetti. Non deve cuocere, deve praticamente essere solo “lavato” per perdere il suo odore caratteristico che può non piacere.

A parte lavare e tagliare a tocchetti melanzana, peperone e coste e aggiungerli in un tegame dove avrete fatto rosolare la cipolla tritata finemente. Salare e coprire in modo che i succhi vegetali portino alla cottura delle verdure, senza bagnarle troppo. A questo punto aggiungere il tofu e fare rosolare il tutto.

In un altro pentolino ancora versare un goccio d’olio e fare scaldare la passata di pomodoro, salata e aromatizzata con l’erba cipollina. Aggiungere i fagioli che devono essere ben cotti e insaporire con le spezie.

A questo punto si può procedere con la farcitura della crêpe, spalmando due cucchiai abbondanti di sugo e distribuendo parte delle verdure col tofu. Il ripieno non deve mai essere esagerato, ma neppure scarso.

crepes7

 Per quello di carne di tacchino: pulite bene gli spinaci e fateli saltare in padella brevemente finché non risulteranno morbidi e profumati. A questo punto aggiustate di sale. Io lo uso aromatizzato alle erbe.

Tagliare a striscioline il tacchino e passarlo nella farina a cui avrete aggiunto un pizzico di sale e la curcuma. Scaldare un tegame con un cucchiaio abbondante d’olio e fare rosolare il tacchino finché non risulterà croccante e ben cotto.

Farciamo la crêpe con uno strato di spinaci e parte degli straccetti di tacchino alla curcuma.

crepes6

Avvolgere le crêpe e servirle ben calde.

crepes8

Se dovessero avanzare, nessun problema. Invece che a cono, avvolgetele a rotolo e disponetele in una teglia leggermente unta. Mettetevi sopra degli spinaci o del sugo e fate scaldare in forno, coprendo la teglia con un foglio di alluminio in modo che non secchino. Ottime…sempre 🙂

Grazie #Citnb

crepes

Non ci sono ancora commenti.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *