Bitter Nib Shortbread e oat biscuits with apricot, rosemary, and white chocolate da Wild Sweetness

Cosa avevo scritto nel precedente post? Che avrei fatto altri biscotti tratti da Wild Sweetness? Non ci credevate? E quali avevo detto che avrei voluto fare fra i primi in lista? Ma vaaaaa… proprio i Bitter nib shortbread e gli Oat biscuit with apricot… detto … fatto 😉

Per fortuna che ho una miriade di scatole di latta dove conservare tutti questi meravigliosi biscotti, ma non si riesce a resistere…li farei tutti, ma proprio tutti. Un po’ perchè non c’è miglior modo di profumare la casa e poi, diciamocelo, beviamo un caffè per tirarci un po’ su e non vogliamo affondarci un delizioso biscotto? Impossibile resistere.

Vi metto la ricetta di entrambi, per essere meno dispersiva, ma non temete…ci saranno altri post… Wild Sweetness è un libro da far girare la testa.

Da cosa iniziamo? Da quelli giganti con chicchi di caffè… la mia droga 😉

Bitter Nib Shortbread – biscotti con chicchi di caffè e cioccolato fondente 

Ingredienti per 8 pezzi grandi oppure 16 più sottili

  • 3 cucchiai in chicchi di caffè tostati
  • 230 g di burro non salato, ammorbidito a temperatura ambiente
  • 135 g di zucchero granulato, più una spolverata per la superficie
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • ½ cucchiaino di sale
  • 250 g farina per tutti gli usi
  • 115 g di cioccolato fondente tagliato grossamente
  • Sale grigio di fava di vaniglia, per finitura

Preriscaldate il forno a 160ºC.

Adagiate su una teglia uno stampo da crostata scanalato da 9 pollici (23 cm) con una base rimovibile. Se non lo avete, potete fare come ho fatto io, usare uno stampo in silicone.

Mettete i chicchi di caffè in un piccolo robot da cucina o in un macinino e frullae brevemente per ottenere una consistenza granulosa. Non deve essere una farina fine, per intenderci. Mettete da parte fino al momento dell’utilizzo.

Nella ciotola di una planetaria munita di frusta, montate il burro, lo zucchero, la vaniglia e il sale a velocità media fino ad ottenere un composto chiaro e cremoso. Fermate l’impastatore e raschiate il fondo e i lati della ciotola. Riavviate alla velocità minime e versate la farina a poco a poco. Lavorate fino a quando gli ingredienti non iniziano ad amalgamarsi, quindi incorporate il cioccolato e i chicchi di caffè macinati e continuate a mescolare fino a quando non saranno ben distribuiti. Versate l’impasto nella teglia, pressatelo con le dita in uno strato uniforme, quindi cospargete con un pizzico di sale grigio.

Cuocete per 25-30 minuti, fino a doratura. Togliete il biscotto dal forno e usate immediatamente un coltello affilato per incidere la parte superiore in 8 o 16 spicchi di uguale dimensione e lasciate raffreddare completamente la frolla nello stampo prima di sformarla, quindi spezzarla lungo la rigatura e servite o conservate in scatole di latta ben chiuse.

I miei biscotti sono venuti più scuri rispetto agli originali di Thalia Ho per il semplice motivo che per la fretta (ho usato un macinino invece che tagliarlo a coltello) ho tritato troppo finemente il cioccolato e, per golosità, ho aumentato le dosi del caffè.

Oat biscuits with apricot, rosemary, and white chocolate – biscotti di avena con albicocche secche, rosmarismo e cioccolato bianco 

Ingredienti per circa 20/22 biscotti

  • 225 g di farina multiuso, più extra per il piano di lavoro
  • 160 g d’avena in fiocco
  • 1 cucchiaio di rosmarino tagliato
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
  • ½ cucchiaino di sale
  • 230 g burro non salato, ammorbidito a temperatura ambiente
  • 175 g zucchero granulato
  • 1 cucchiaino estratto di vaniglia
  • Scorza di arancia
  • 140 g di cioccolato bianco tagliato grossamente
  • 85 g di albicocche secche tritate
  • Fiocchi di sale marino, per la superficie

Mescolate insieme la farina, l’avena, il rosmarino, il lievito e il sale. Nella ciotola di una planetaria munita di frusta, montate il burro e lo zucchero a velocità media fino ad ottenere una crema. Unite la vaniglia e la scorza d’arancia. Interrompete la lavorazione per raschiare il fondo e i lati della ciotola, quindi abbassate la velocità. Incorporate gli ingredienti secchi e continuate a lavorare fino a quando non saranno quasi amalgamati. Dovreste ottenere un composto un po’ farinoso. Unite il cioccolato e le albicocche. Lasciate riposare per circa 30 minuti.

Nel frattempo, disponete le griglie nel terzo ripiano inferiore e superiore del forno. Preriscaldate a 180ºC.

Foderate due grandi teglie con carta da forno.

Rovesciate l’impasto e su un piano di lavoro leggermente infarinato. Stendete l’impasto a con le mani o delicatamente con il mattarelo fino ad uno spessore di 5/6 mm: usando un tagliabiscotti rotondo da 5 o 6 cm di diametro ritagliate quanti più cerchi possibile e rimpastate i ritagli.

Distribuite i biscotti sulle teglie, posizionandoli a pochi centimetri di distanza.

Cospargete di sale e cuocete per 16-18 minuti, ruotando le teglie dall’alto verso il basso e dal basso verso l’alto a metà cottura, fino a quando i biscotti non saranno ben dorati. Lasciate raffreddare i biscotti sulla teglia per qualche minuto prima di trasferirli su una griglia a raffreddare completamente. Se li muovete caldi, si spezzano.

Si conservano in un contenitore ermetico a temperatura ambiente per parecchi giorni. Io prediligo le scatole di latta perché ci conservo i biscotti anche per un paio di mesi.

Sono gradevolissimi con il loro profumo intenso di burro e rosmarino. La prossima volta userò albicocche secche migliori, quelle più naturali, quelle più scure, secondo me verranno meglio 😉

Non ci sono ancora commenti.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.