PANZEROTTI SENZA GLUTINE CON ERBE DI CAMPO E RICOTTA

Ieri, al mercato, ho trovato borragine, cime di rapa selvatiche, erbette… arrivata a casa le ho lavate bene e le ho messe a sbollentare in una grande padella senza aggiungere acqua.

Stamane ho deciso che un ottimo utilizzo poteva essere quello di farci dei panzerottini… in questo caso senza glutine e ho aggiunto alle versure i seguenti ingredienti:

PER IL RIPIENO

  • verdure come sopra descritte circa 600 g
  • 1 confezione di ricotta
  • 100 g di parmigiano reggiano
  • curcuma, peperoncino, semi di sesamo e semi di lino tutti triturati insieme…circa 2 cucchiai abbondanti
  • sale aromatizzato al rosmarino
  • olio extra vergine di oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 uova

PER LA PASTA

  • 1 confezione di preparato per pizza senza glutine
  • 200 g di farina di riso integrale (consentita)
  • 1/2 bicchiere di olio extra vergine d’oliva
  • sale al rosmarino
  • acqua tiepida (circa 350 ml)
  • 1 panetto di lievito fresco di birra

Voglio fare una premessa: fate molta attenzione ai preparati senza glutine. Ormai c’è in commercio di tutto… e posso capire che intolleranti e allergici al glutine possano farsi prendere dal panico davanti al fatto di non poter più mangiare farina di grano e affidarsi a farmacie e supermercati specializzati. Ma se leggete con attenzione gli ingredienti dei prodotti senza glutine potreste scoprire cose poco simpatiche… oli idrogenati, olio di palma, mono e digliceridi degli acidi grassi, addensanti non ben definiti e un sacco di ingredienti indicati con le sigle… insomma, facciamo attenzione. La scelta c’è, ed è possibile trovare farine e preparati senza glutine, senza troppe cose aggiunte di origine poco nota.

Torniamo alla ricetta.

Intiepidite leggermente l’acqua e scioglieteci il lievito di birra. Aggiungete poi le farine. Il sale e l’olio vanno per ultimo. Mescolate ben bene tutti gli ingredienti, lasciando l’impasto abbastanza morbido, altrimenti fa fatica a lievitare.

Nel frattempo prepariamo il ripieno.

In un tegame mettete dell’olio, i due spicchi d’aglio e le erbe sbollentate. Aggiungete aromi e spezie a piacere. Fate insaporire bene le erbe di campo e lasciatele raffreddare leggermente.

In una ciotola a parte mescolate la ricotta a due cucchiai di olio e al parmigiano, aggiungete il trito di semi e spezie e, le uova e per ultimo le erbe.

Mescolate bene e aspettate che la pasta sia lievitata. Con gli impasti senza glutine non aspettatevi lievitazioni stratosferiche… diciamo che quando l’impasto è all’incirca raddoppiato, è pronto.

Ora ci vuole un po’ di manualità in quanto gli impasti senza glutine tendono ad essere molto più delicati e a rompersi più facilmente. Prendete una pallina di pasta alla volta e stendetela un un ripiano leggermente infarinato con l’aiuto di un mattarello. Devono venire dei rettangoli più o meno regolari di circa cm 20×10. Un consiglio, preparate preventivamente la leccarda del forno o una teglia piatta da pizza rivestita con la carta da forno leggermente unta in modo che andrete a riempire i rettangoli di pasta direttamente sul piano di cottura, così evitate spostamenti e rotture varie.

Distribuite 2/3 cucchiai di ripieno in ciascun rettangolo e chiudete la pasta rivoltando i bordi in modo che non rischi di aprirsi durante la cottura. Spennellate con un goccio di olio e infornate a 250° per circa mezz’ora. Quando vedrete la superficie dorata i panzerotti sono pronti…aspettate quell’attimo giusto per non ustionarvi e BUON APPETITO 🙂

Una versione della stessa ricetta può essere la tortina salata. Prendete delle piccole tortiere da circa 10 cm di diametro e spennellatele con dell’olio. Prendete un pezzettino di pasta e con le dita schiacciatela in modo da farla aderire alla perfezione alla teglina e distribuite all’interno il ripieno. Infornate sempre a 250° per circa una ventina di minuti.

Saranno ottime come antipasto monoporzione.

1 Comment
  • candy
    gennaio 17, 2015

    Geniale!!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.