La mia Sri Lankan love cake by Alfred Prasad per il Club del 27

Devo essere sincera, questo mese non avevo molta ispirazione per partecipare, un po’ per altri impegni e un po’ perché l’utilizzo delle rose mi vede notevolmente in difficoltà, qui dove le rose proprio non crescono e solo adesso comincia a spuntare il tarassaco dopo il discioglimento della neve… però, dato che non ho avuto né voglia, né tempo di andare a scuola a Milano questo w.e., mi ritrovo qui a casa anche infreddolita e quindi mi son detta: ma si, accendiamo il forno che si fa ancora in tempo e dati gli ingredienti in dispensa ho optato per questa sensuale Sri Lankan love cake  di Alfred Prasad 😉

Eccomi a riproporre, per il Club del 27, una torta ricca di profumi di spezie, sensuale, deliziosa. Ne avevo fatto una molto simile tempo fa, uno dei primi dolci fatti per il mio attuale compagno… ha portato bene, quindi perché non rifare anche questa versione? Magari si convola a nozze….ahahahahha….

Qui trovate altre meravigliose ricette profumate alle rose… tantissime viene proprio voglia di riproporle, ma una alla volta e con gli ingredienti a disposizione 😉


Qui invece gli ingredienti per una torta di circa 20×30 cm:

  • 50 g  di  ciliegie candite (io ho usato le mie messe sotto cognac odiando quelle candite)
  • 150 g di burro (non salato)
  • 350 g di zucchero semolato
  • 6 uova
  • 3 cucchiai di miele
  • 2 cucchiai di acqua di rose
  • 1 arancia, solo la scorza
  • 1 limone, solo la scorza
  • 1 cucchiaino di noce moscata
  • 1 cucchiaino di cardamomo macinato
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 200 g di anacardi, non salati, tritati grossolanamente (facoltativo sostituibili con 200 g di semola o farina di mandorle)
  • 250 g di semola, grossa
  • 25 g di canditi misti
  • 25 g di zenzero a stelo cristallizzato
  • zucchero a velo per spolverare
PROCEDIMENTO:
Preriscaldare il forno a 150 ° C e foderare una tortiera da 20 x 30 cm con carta da forno.
Tagliare a dadini il burro e lasciare in un luogo caldo ad ammorbidire. Una volta morbido, mescolare lo zucchero e il burro in una ciotola con un cucchiaio di legno, fino a renderli leggeri e spumosi.
Aggiungere le uova, una alla volta e battere bene.  Aggiungere il miele, l’acqua di rose, la scorza di arancia e limone, la noce moscata, il cardamomo e la cannella in polvere. Usare una spatola per mescolare delicatamente senza smontare il composto.
Quindi unire gli anacardi (o le mandorle ridotte in farina nel mio caso, oppure pari peso di semola), la semola prevista, le ciliegie Io le ho messe dopo usando i pirottini e non una tortiera), i canditi misti (arancia e limone) e lo zenzero caramellato fino a quando non saranno ben miscelati. Non mescolare troppo il composto, ma usare delicatamente sempre una spatola, così da non rovinare la consistenza finale della torta.
Trasferire l’impasto nella teglia e cuocere in forno per circa 1 ora o fino ad ottenere un colore dorato in superficie. La torta ha necessità di cottura lenta e non aggressiva, in quanto dovrebbe risultare leggermente gommosa in superficie e umida nel mezzo.
Lasciare raffreddare la torta  per circa 20 minuti. Togliere dalla tortiera, spolverare con zucchero a velo e servire con un’ ottima tazza di té.
Io ho optato per piccoli stampi da plumcake avendo dimezzato le dosi e le ciliege le ho inserite dopo aver distribuito il composto negli stampi (con metà dose ho riempito 6 stampi da cm 10×4,5).
Inoltre, ho aggiunto un cucchiaino di lievito per dolci, magari non era necessario, anzi, molto probabilmente proprio non lo è, ma l’idea di avere mattonelle ‘gnucche’ non mi allettava proprio! Perché questa Sri Lankan love cake deve evocare proprio l’idea di amore e quindi deve essere estremamente piacevole all’olfatto e all’assaggio e vi assicuro che questo dolce lo è!
16 Comments
  • Lisa
    maggio 25, 2018

    davvero da provare!

  • Claudia
    maggio 25, 2018

    Lo scorso anno ho preparato una persian love cake con le rose, simile, ma diversa rispetto a questa:) Questa sembra più buona!!
    Complimenti!

    • Elena
      maggio 25, 2018

      Anche io ne avevo fatto una simile…devo dire molto più speziata… e poi era prevista una bagna ancora con l’acqua alle rose e altre spezie… buonissime entrambe… 🙂

  • Sonia
    maggio 25, 2018

    E hai fatto benissimo ad esserci! Questa versione senza anacardi mi piace ancora di più. Complimenti!

    • Elena
      maggio 25, 2018

      Scelta obbligata 😉

  • Anna Luisa
    maggio 25, 2018

    Hai scelto una ricetta molto particolare che mi incuriosisce tanto.

  • Milena Gardella
    maggio 25, 2018

    Bella la versione monoporzione e molto particolare questa ricetta. Un abbraccio e buon fine settimana.

  • ipasticciditerry
    maggio 25, 2018

    Deve essere molto buona anche questa! Ambè se può portare bene per convolare a nozze … spero sia di buon auspicio 😉

    • Elena
      maggio 26, 2018

      Diciamo che è stata una coincidenza…però dai, è tutto fissato per fine luglio…ahahaha

  • Daniela
    maggio 25, 2018

    Bella la versione monoporzione 🙂
    Allora ha portato bene? 😉
    Buon fine settimana

    • Elena
      maggio 26, 2018

      Già fatte le pubblicazioni 😉

  • Gabriella
    maggio 25, 2018

    Le mini porzioni son gettonatissime a casa nostra!!
    In bocca al lupo per tutto ^_^

    • Elena
      maggio 26, 2018

      Anche a me piacciono tantissimo… poi se sei in giro tutto il giorno portarsele dietro è comodissimo 🙂

  • antonella
    maggio 26, 2018

    belli Elena, proprio deliziosi!

  • Tina
    maggio 28, 2018

    Sono stata proprio indecisase fare questa ricetta. Se avessi visto queste monoporzioni non avrei avuto dubbi.

  • Lericettedimarci13
    giugno 4, 2018

    Deve essere buonissima e profumata. Complimenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *