ESTRATTORE DI SUCCHI… QUELLO CHE SI PUO’ FARE CON LO SCARTO

Rieccomi finalmente… e speriamo, stavolta, di riuscire a pubblicare questo articolo…sono quasi due mesi che ci provo… problemi di tempo, problemi di blog… poca pazienza 🙂

A ottobre ho fatto un acquisto che considero decisamente buono, anche se dovrei utilizzare più spesso e avere una gestione della cucina diversa… va beh, ma questo è un altro discorso… 😉

Mi sono comprata l’estrattore di succhi. Fantastico aggeggio che produce succhi di frutta e verdura meravigliosi, ma anche uno scarto ricco di fibre che è altrettanto utile.

DSCF9464

Per fare la ricetta che segue ho utilizzato mele, carote e zenzero… è una ricetta che ho fatto più volte, ma mai una volta che ho pesato questo ingrediente. Comunque, per chi non avesse l’estrattore, potete sostituirlo con due o tre mele e 2 carote triturate nel mixer con un pezzetto di zenzero fresco… penso che potrebbe essere un’alternativa, anche se occorre tenersi scarsi con il liquido, in quanto l’estrattore produce un residuo abbastanza asciutto.

Quello che vedete sopra è il residuo… visto com’è asciutto??? 🙂

DSCF9454

Ecco gli ingredienti per fare una torta da circa 24 cm di diametro, oppure una ventina di muffin…dipende dalla grandezza dei pirottini.

  • 18 cucchiai di farina (per gli intolleranti al glutine, potete utilizzare farina di grano saraceno – per chi segue la dieta Mozzi, altrimenti anche quella di riso va bene)
  • 4 cucchiai di zucchero di canna integrale oppure 3 cucchiai di succo d’agave
  • 2 cucchiai di cacao amaro (non potassiato possibilmente…vogliamoci bene)
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 uova
  • 400 g di latte vegetale (io ho usato quello di miglio)
  • 1/2 bicchiere di olio di riso
  • una manciata di uvetta
  • residuo del succo di 5 mele, due carote, due fettine di limone con buccia e un cm circa di zenzero fresco

La ricetta in sè è semplicissima. Preriscaldate il forno a 160°, essendo ricco di frutta, questo dolce ha bisogno di una cottura un po’ più lunga a temperatura relativamente bassa.

Prendete una ciotola e versateci la farina, lo zucchero o il succo d’agave e il residuo, come visto nella foto precedente. Mescolate il tutto e aggiungete le uova leggermente sbattute per avere più facilità nell’amalgamarle.

DSCF9455

Poi aggiungete tutti gli altri ingredienti tenendo per ultimo il latte vegetale. L’uvetta scegliete voi se metterla preventivamente ammollata oppure no, dipende molto dall’uvetta che utilizzate e dai vostri gusti.

Mescolate il tutto fino ad ottenere un impasto abbastanza morbido. Distribuitelo poi in una teglia oppure nei pirottini da muffin.

DSCF9456

 

Lasciate cuocere finchè non vedrete la superficie fare delle crepe. Al tocco, il dolce risulterà comunque morbido, ma non preoccupatevi, va bene così. Se alla prova stecchino vi esce solo leggermente umido, vuole dire che il dolce è pronto. Potete lasciarlo comunque raffreddare in forno in modo che prenda la consistenza giusta.

Vi accorgerete che può in parte assomigliare alla torta contadina o torta di pane, quindi sempre un po’ umidiccia all’interno, ma ricca di profumi deliziosi.

DSCF9460

Naturalmente, se adorate il superdolce questo non è il dessert che fa per voi, ma se siete di quelli che vogliono gratificarsi con un dolcino sano, beh, ecco, allora è proprio la ricetta adatta 🙂 se poi bevete anche un bel bicchiere di succo è una colazione o una merenda da supersalutisti 😉

Quella di seguito è la versione muffin…. bellino è?

DSCF9475

6 Comments
  • sara
    febbraio 15, 2016

    Ciao volevo chiedere ma nella ricetta della torta ccon lo scarto dell estrattore sono giusti 12 bicchieri di olio di riso??
    Grazie. ..

    • Elena
      febbraio 15, 2016

      No… era mezzo… 🙂 vi ho già detto che vi adoro quando mi correggete? siete fantastici…grazie … e scusamiiiii
      Se li fai, fammi sapere come ti vengono
      Grazie

  • matteo
    giugno 8, 2016

    Ma il lievito non ci va?

    • Elena
      giugno 8, 2016

      No, non ci va lievito. Ma se tu vuoi provarla a farla più ariosa mettici una mezza bustina di lievito chimico per dolci.

  • Alessandra
    ottobre 10, 2018

    Grazie per la ricetta. Ho da poco l’ estrattore e mi spiace buttare gli scarti di frutta e verdura biologica….. che spero abbiano qualche veleno in meno !!!!!!! Buona!!! Ho solo
    sostituito la vanillina con le bacche di vaniglia…. non sono una salutista all’ultimo sangue ma la vanillina derivata dal petrolio proprio nella mia cucina non entra da tanto tempo. Mi fa una certa impressione usarla per dare gusto. Si può sostituire l’uvetta com i mirtilli essiccati? O con le bacche do goji ? Grazie ancora.

    • Elena
      ottobre 10, 2018

      Ciao, puoi sostituire l’uvetta con quello che vuoi. Ne approfitto per consigliarti un succo buonissimo e salutare: 1 barbabietola cruda, 2 mele verdi, 5/6 carote, una spruzzata di succo di limone x assimilare il ferro. E se raccogli a parte gli scarti di barbabietola e carote, aggiungi una cipolla e passata di pomodoro, fai un sugo della pasta buonissimo, con un colore molto particolare. Per la vaniglia sono d’accordo. Ormai da anni uso anche io solo semi di vaniglia naturale

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.