Calamaretti e seppioline alla Horas

Horas è un amico di Yvette Van Boven che gestisce un piccolo ristorante e ha un servizio di ristorazione. Le sue attività sono all’Aia. I due amici si scambiamo regolarmente consigli e idee, perché è così che va tra amici che fanno la stessa professione e viene fuori questo tipo di idee che è talmente facile da eseguire da risultare eccezionale e questi calamaretti e seppioline, lo sono sul serio.

Ci vuole poco lavoro, pochissimi ingredienti, e i sapori ricordano immediatamente le vacanze estive. Si mangiano questi calamaretti e seppioline con del buon pane casereccio, per inzuppare il sugo, o si possono utilizzare per condire delle linguine, per esempio per crerae un primo piatto da grandi chef. se invece preferite un piatto estivo, veloce e leggero, calamaretti e seppioline sono l’ideale se accompagnati da  una bella insalata fresca, magari appena raccolta 😉

Le porzioni possono variare a secondo dell’utilizzo che se ne fa, quindi anche l’autrice non ne fa cenno.

  • 1 kg di calamari puliti (potete usare solo calamari oppure seppie o anche polipetti)
  • 1 peperoncino rosso o verde piccante, affettato
  • 1 spruzzata di olio d’oliva
  • sale e pepe nero macinato grossolanamente
  • spicchi di limone
  • 1 cucchiaino di burro non salato
  • 2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato

Preriscaldate il forno a 100°C. Distribuite i calamari e le seppie con il peperoncino in una teglia o una teglia con coperchio, irrorate con olio e condite con sale e pepe. Coprite la teglia con il proprio coperchio o con un foglio di alluminio e cuocete per circa 2 ore, fino a quando i molluschi non saranno teneri quando ne bucherete uno con una forchetta. Spremete un po’ di succo di limone su di loro. Distribuite il burro a fiocchette, nella padella ancora ben calda calda e cospargete il tutto con il prezzemolo.

E’ un piatto da gustare tiepido, appena sfornato, oppure da servire a temperatura ambiente. Naturalmente se lo mangiate come piatto di portata, altrimenti, se lo usate come condimento della pasta, rigorosamente caldo…odio la pasta raffreddata…o calda…o fredda… le vie di mezzo le trovo orribili 😉

Comunque, posso dirlo? Grande questo sig. Horas…lo vorei anche io un amico così…. come vorrei trovare un pesce decente senza dover ricorrere ai surgelati, ma ahimé ci si deve arrangiare.

Yvette è a di poco eccezionale anche lei, infatti dalla libreria di Cook my Books, alla mia cucina, grazie a lei, è stato un periodo decisamente ricco.

Vi faccio un sunto qua delle ricette che ho eseguito dal libro Home made summer e che potete trovare nei post precedenti

Insalata mediterranea con farro, melanzane, zucchine e formaggio marinato

Peach tart

Paté di funghi

Rolled-up bread con feta, aglio, radicchio e menta

…e questi calamaretti e seppioline alla Horas

…e vi assicuro che non mi sarei fermata…ma ci sono altri libri da sfogliare 😉

Ricetta realizzata per Cook_my_Books

 

Non ci sono ancora commenti.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.