Drunken octopus pūpūs – polpo ubriaco pūpūs

0 No tags

Il libro The island poke coobook di James Porter ci regala altre sorprese…ve l’avevo accennato vero? Oggi parliamo di polpo ubriaco pūpūs. La parola “pūpū” (e mi raccomando gli accenti), in hawaiano, si riferisce generalmente a uno spuntino di dimensioni ridotte, come un antipasto. I “pūpū” sono spesso serviti durante le riunioni su dei vassoi e includono gustose prelibatezze dell’isola, come poke, tako affumicato, calamari o sashimi. Il concetto di piatto pūpū è stato adottato dall’America continentale come una sorta di selezione panasiatica di tartine.

La parola “drunken” è letteralmente tradotto dall’inglese come “ubriaco”… e quando ho letto la ricetta mi son vista sto povero polpo, che viene malmenato e quindi si consola con una lattina di birra.

Per 6 persone (come antipasto)

  • 1 polpo
  • 1 lattina di birra
  • 2 cucchiai di shoyu
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo
  • 2 cucchiaini di maizena/amido di mais
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • cipollotti affettati o semi di sesamo tostati, per guarnire

Prendete un polpo già trattato. Vi cito letteralmente cosa dice il libro: “sbatti il polpo 500 volte con una mazza di legno e una manciata di sale marino hawaiano o congelalo per un mese finché non diventa tenero” …semplice no? Ahahahah … soprattutto mi vedo io, in alta quota che prende un polpo freschissimo (ma doveeeee????) e lo sbatte ben 500 volte….dico: 500, mica noccioline….e con una mazza di legno per di più!!

Lessate il polpo tenero in una pentola capiente d’acqua per ca. 30 minuti, a seconda delle dimensioni. Dopo circa 20 minuti, provate il polpo pungolandolo con un cucchiaio di legno. La carne deve essere appena soda ma ancora morbida e tenera. Non bollite troppo perché diventerebbe duro e gommoso. Una volta cotto, scolate il polpo.

Raschiate lo strato esterno nero della pelle con un cucchiaio o la parte posteriore di un coltello (o sentiti libero di usare le mani, stile isolano!). Tagliate la carne spellata a bocconcini.

Versate i due terzi della birra in una padella (il terzo rimanente lo potete bere mentre gustate il polpo…mica dovrà essere ubriaco solo lui!).

Aggiungete il polpo e fate rosolare solo per un paio di minuti. Una volta che la maggior parte della birra nella padella è stata assorbita dal polpo, aggiungete lo shoyu e l’olio di sesamo.

Mescolate la maizena o l’amido di mais con un po’ d’acqua fino a formare una pasta liquida e aggiungetela nella padella. Una volta che si sarà amalgamato, aggiungete lo zucchero e fate scaldare per qualche altro minuto.

Servite in una ciotola poco profonda, guarnita con cipollotti e semi di sesamo tostati. Mangiate il polpo ubriaco con stuzzicadenti o bastoncini da cocktail o bacchette.

Se lo desiderate, servite il polpo ubriaco con alcune salse d’accompagnamento, tra cui salsa di ananas e peperoncino rosso.

SALSA DI ANANAS E PEPERONCINO ROSSO

Questa è una delle salse più usate alle Hawaii. Per il suo sapore dolce e aspro contemporaneamente, viene molto usata con i poké oppure con i tacos di pesce e in molti altri piatti hawaiani. I sapori sono migliori quando la salsa è servita appena fatta.

Per 4 persone

  • 1 ananas fresco medio
  • 1½ cipolla bianca
  • 2 peperoncini rossi
  • succo appena spremuto di 1 lime
  • sale

Mondate, private del torsolo e tagliate a cubetti l’ananas fresco. Tritate finemente le cipolle e i peperoncini. Mescolate in una ciotola da portata e aggiungete un po’ di succo di lime e sale a piacere.

Ricetta realizzata per Cook_my_Books

Non ci sono ancora commenti.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.