Risotto agli asparagi

0 No tags

Ingredienti per 4 persone:

·            340 g riso Arborio  o Carnaroli

·            200 d di asparagi surgelati (una confezione…se sono un po’ di più non importa)

·            1 cipolla di media grandezza bionda o bianca

·            Brodo vegetale (va benissimo fatto di dado… purché vegetale)

·            Olio extra vergine d’oliva

·            Mezzo bicchiere di vino bianco

·            Spezie a piacere

·            Formaggio grattugiato a piacere

Ho promesso che questo blog potrà essere d’aiuto a tutte quelle persone che pensano di non essere in grado di arrangiarsi in cucina. Ebbene, cominciamo dalle cose veramente semplici…un primo gustoso, che si prepara in 20 minuti circa e che a differenza delle buste pronte, non contiene ‘sapore di….’, ma è fatto di ingredienti sani. Qualcuno potrebbe arricciare il naso sui surgelati.

Da questo punto di vista io posso essere d’accordo o meno. Alcuni tipi di verdura, proprio come gli asparagi e i carciofi, freschi hanno uno scarto enorme e proporzionandolo al costo iniziale ci fanno spendere una fortuna. Oltretutto sono sempre poco teneri.

Invece, le verdure surgelate, se di provenienza sicura (a volte è meglio il prodotto di marca del supermercato, piuttosto che la grande casa), sono ottime e se ne conoscono le lavorazioni. Naturalmente parlo di verdure surgelate a crudo, lisce, prive di qualsiasi cosa aggiunta e non, per intenderci di quelle che in 4 minuti sono pronte 😉

Facendo in questo modo non avrete un ‘ammasso verde e pastoso’ dove è chiaro, tant’è forte e intenso, che vi è un’aggiunta di sapore di asparago, ma avrete un risotto a grani distinti, cotti a vostro piacimento e veri pezzetti di gustosi e saporiti asparagi naturali.

Difficile? Signore e signori, abbiate più fiducia in voi stessi.

Vi faccio solo una piccola premessa che è più che altro una curiosità: la differenza fra riso e risotto.

Il primo è messo in cottura direttamente in acqua e a cottura ultimata bisogna colarlo , mentre il risotto si comincia a cucinare facendo rosolare il riso con un fondo di olio (o burro) prima di aggiungere gli altri ingredienti e si aggiunge il liquido di cottura (acqua o brodo) a poco a poco, in modo che asciughi man mano.

Cominciamo: in un tegame a bordi alti fate rosolare il riso con l’olio (o burro) per pochi minuti, deve solo leggermente dorare, versare lentamente il vino e lasciare cuocere finché l’alcool non sarà completamente evaporato   (questo procedimento, in gergo, si chiama ‘sfumare’ perché il vino versato sul riso caldo sfuma …evapora rapidamente…). Questa operazione va fatta con attenzione perché qualsiasi liquido versato sull’olio bollente può provocare fumo se non fiamme, quindi fate veramente adagio.

Aggiungete gli asparagi (non serve scongelarli prima) che avrete tagliato a tocchetti e bagnate con un paio di mestoli di brodo. Ora abbassate la fiamma, date una mescolata e il tempo di apparecchiare, sarà necessario aggiungere altro brodo.

Questa operazione va fatta finchè non vedrete che il riso è ‘gonfio e morbido’, ma non un ammasso appiccicoso (tempo medio 18/20 minuti). Assaggiatene un paio di grani: sarà il vostro palato a decidere se ha raggiunto il giusto grado di cottura.

A questo punto decidete saporito o ‘all’onda’ aggiungendo le spezie, un poco di condimento e, se lo desiderate, del formaggio grattugiato.

Con questo riso io non lo consiglio il formaggio, coprirebbe troppo il sapore fresco della verdura, piuttosto spruzzerei con un pizzico di peperoncino macinato.

Visto che è una cosa semplicissima?

Siete però di quelli per cui anche il brodo è un passaggio difficile?

Ma no…su… un dado per ½ litro d’acqua, fare bollire per qualche minuto e il gioco, o meglio, il brodo è fatto!!

Il brodo vegetale fatto con le verdure sarà oggetto di altro post.

Non ci sono ancora commenti.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.