PASTA E FAGIOLI

Capita, a volte, di preparare dei legumi senza poi sapere bene cosa farsene. Un giorno, mia madre, aveva fatto bollire dei fagioli borlotti, e la domenica mattina, quando sono arrivata in cucina me li sono trovata lì, pronti! Che fare? Uhmmm… idea! e se facessi degli straccetti di pasta veloci veloci? Ecco, si…direi che una buona pasta e fagioli, fatta con pasta fresca, per una domenica invernale, non è proprio male come idea…. Non ci vuole molto:

  • 150 g di farina bianca 00
  • 150 g di farina di semola rimacinata
  • 1 uovo intero
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • acqua tiepida quanto basta

Per completare la minestra occorrono:

  • fagioli borlotti cotti
  • 100 gr di pancetta
  • erba salvia fresca, qualche foglia
  • aromi
  • sale
  • olio extra vergine di oliva

Cominciate con amalgamare le due farine in una ciotola  (si vedono i due colori delle farine nella foto?)

Unite poi l’uovo intero e cominciate ad inglobare la farina che ci sta attorno.

Aggiungete l’olio e fate lo stesso lavoro.

A questo punto aggiungete acqua tiepida a poco a poco, finchè non otterrete un composto elastico e liscio da poter lavorare facilmente con le mani senza che attacchi.

Fate riposare l’impasto al fresco per almeno mezz’ora. Dopodiché riprendete l’impasto e cominciate a dividerlo in panetti infarinati, in modo che sia più agevole stenderlo su un piano di lavoro opportunamente infarinato.

Armatevi di mattarello e viaaaa….. se l’impasto è venuto elastico al punto giusto, sarà facilissimo stenderlo a pochi millimetri anche a mano, senza fare troppa fatica.

Armatevi di rotella e ‘stracciate’ la pasta in maniera irregolare… et voilà… la pasta è pronta… ci vuole quasi più tempo a scrivere il post che a farla 🙂

In una pentola mettete parte dei fagioli passati con dell’acqua di cottura e aggiungete uno o due bicchieri di acqua a secondo se il risultato finale vi piace più o meno ‘spesso’ , nel senso di denso, e portate a ebollizione aggiustando di sale e di spezie se vi aggradano (io ho aggiunto un po’ di peperoncino e zenzero in polvere). A parte, in un piccolo tegame, fate rosolare, con un goccio d’acqua, della pancetta con delle foglie di erba salvia fresca triturate grossolanamente, finchè non sarà bella dorata la pancetta. L’aggiungerete alla minestra a fine cottura per dare quel tocco in più di sapore.

Ai fagioli, aggiungete la pasta che cuocerà in un paio di minuti. Aggiungete poi la pancetta e servite. Se vi piace potete aggiungere un filo d’olio a crudo.

Non ci sono ancora commenti.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.